Manda il tuo nome su Marte

31 marzo 2009 - 23:09 | In Astronautica | 34 Commenti

Mars Science Laboratory

Vi informo sull’n-ma possibilità offerta dalla NASA di inviare il vostro nome nello spazio, anzi questa volta su Marte.

L’occasione è rappresentata dalla sonda “Mars Science Laboratory” di cui abbiamo parlato in questo post dove troverete anche il filmato completo.

Il lancio della sonda, inizialmente previsto per ottobre 2009, dovrà essere rimandato per problemi tecnici, purtroppo la finestra di lancio utile termina a fine ottobre, quindi il prossimo appuntamento con la minima distanza Terra-Marte si ripeterà solo nell’autunno 2011.

Intanto possiamo approfittarne per partecipare all’iniziativa. Per farlo vi basterà recarvi a questo indirizzo:

http://mars.jpl.nasa.gov/msl/participate/sendyourname/

Inserite il vostro nome e cognome, scegliete la vostra nazione e cliccate sul pulsantino “Submit”. Vi verrà segnalato il numero del vostro certificato ed il link dove visualizzarlo. Ovviamente lo potrete anche stampare.

Il vostro nome verrà inserito in un microchip che sarà imbarcato a bordo della sonda che si recherà sul Pianeta Rosso.

Buon viaggio !

Vito Lecci

Un successo strepitoso il Festival dello Spazio

31 marzo 2009 - 00:59 | In Varie | 3 Commenti

Cari Amici,
riesco appena adesso a trovare un attimo di tempo per un breve consuntivo del Festival dello Spazio tenutosi Domenica.

E’ stato davvero un successo strepitoso, con 1.251 (milleduecentocinquantuno) visitatori registrati.

Festival dello Spazio 2009

Le attività, come da programma, sono state numerosissime e tutte estremamente affollate.

Il Planetario ha accolto centinaia di visitatori, che si sono avvicendati in turni da 20 minuti, mi dispiace soltanto che la giornata non sia stata sufficiente ad evadere tutte le richieste pervenuteci.

La galleria delle Scienze con i diversi esperimenti didattici tenuti in pubblico, la mostra di meridiane, di meteoriti e di astrofotografie è stata presa d’assalto.

Apprezzatissima è stata l’esposizione del nostro Sistema Solare in scala, la ricostruzione del suolo lunare su cui si è posato il LEM, i diversi modelli del Saturn V, dello Shuttle ed il suo frammento di coperta termica, il Multi-Purpose Logistic Module in scala (messoci a disposizione dall’Agenzia Spaziale Italiana), il modellino in scala della Stazione Spaziale Internazionale, e tutto il resto del materiale esposto.

Molto seguite anche la relazione mattutina “Breve viaggio intorno alla Luna”, tenuto per le scolaresche che hanno aderito alla nostra iniziativa School-Pass e, soprattutto, il Talk-show scientifico pomeridiano in cui erano presenti: il Prof. Luciano Guerriero (già Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana) e Domenico Licchelli (attivo e preparatissimo divulgatore).

Al termine del Talk-show il Prof. Luciano Guerriero è stato insignito del “Premio Galileo Galilei 2009 per la divulgazione scientifica”.

In quel frangente la manifestazione è stata poi impreziosita dal collegamento telefonico con l’astronauta italiano Umberto Guidoni che si è congratulato col vincitore del Premio e per la buona riuscita della manifestazione alla quale, ha promesso, parteciperà senz’altro in occasione della prossima edizione del 2010.

Ringrazio tutti gli intervenuti a questa magnifica giornata, tutti i miei preziosissimi collaboratori, senza i quali tutto questo sarebbe stato semplicemente impossibile.

Vi aspetto alla prossima edizione.

Vito Lecci

Il Discovery è rientrato

30 marzo 2009 - 22:07 | In Astronautica | Commenti disabilitati

discovery-20090328

Lo Space Shuttle Discovery e il suo equipaggio sono perfettamente atterrati al Kennedy Space Center in Florida alle ore 3:14 pm (ora locale) di sabato 28 Marzo.

Le buone condizioni meteo hanno permesso alla navetta di atterrare alla seconda opportunità. L’equipaggio ha portato a termine con successo la missione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, incrementando la struttura orbitante con gli ultimi pannelli solari che ora permettono di lavorare a pieno regime e di conseguenza raddoppiare il numero delle possibili persone a bordo dalle tre unità a alle sei unità.

Valentina Nisco

Festival dello Spazio: domani 29 marzo 2009

28 marzo 2009 - 14:36 | In Varie | 2 Commenti

Cari Amici,
vi chiedo scusa se ultimamente sono stato un pochino “latitante” sul blog.

Purtroppo l’organizzazione del “Festival dello Spazio” sta assorbendo una quantità impressionante delle mie giornate (e anche delle nottate).

Ora scappo ad allestire le sale dello Sheraton e domani… il grande giorno !

Al mio ritorno vi informerò sull’esito della manifestazione.

A presto.

Vito Lecci

Diventa un cacciatore di Pulsar

26 marzo 2009 - 00:25 | In Astrofisica, Varie | Commenti disabilitati

PulsarIl progetto si chiama “Einstein@Home” ed è promosso dall’Università del Wisconsin a Milwaukee (UWM) e dall’Albert Einstein Institute (AEI).

Lo scopo è quello di rintracciare sistemi binari di pulsar con un periodo orbitale sotto i 50 minuti, fino addirittura a 11. Ciò allo scopo di individuare in anticipo l’imminente fusione di questi oggetti, e quindi avere il tempo di organizzarsi per puntare i telescopi e studiarne il comportamento, dal rilevamento dell’emissione di raggi gamma a quello delle onde gravitazionali.

Per ora la ricerca verrà fatta passando al setaccio l’enorme mole di dati provenienti dal radiotelescopio di Arecibo. Chiunque può partecipare, occorrerà solo scaricare il software di elaborazione, che a sua volta scaricherà via internet, i pacchetti di dati dall’AEI. Questi, una volta elaborati nei tempi di non utilizzo del nostro PC, saranno nuovamente inviati all’AEC, o all’UWM, per ulteriori approfondimenti.

Troverete tutto l’occorrente sul sito ufficiale, al seguente link:
http://einstein.phys.uwm.edu/

Buona caccia !

Vito Lecci

Alimentazione a pieno regime sulla Stazione Spaziale

24 marzo 2009 - 00:10 | In Astronautica | Commenti disabilitati

ISS: missione STS-119Come saprete attualmente è in corso la missione STS-119 che sta impegnando gli astronauti nel miglioramento e potenziamento della capacità della Stazione Spaziale Internazionale.

In occasione delle ultime attività extraveicolari (passeggiate spaziali) sono stati montati gli ultimi pannelli solari che rendono possibile ora alla ISS di lavorare a pieno regime, e quindi di raddoppiare il suo equipaggio abituale, portandolo a sei unità anzicchè le tre attuali.

A parte un piccolo inconveniente, relativo ad un fermo montato al contrario, ma che sarà riposizionato nella prossima EVA, tutte le altre attività sono state effettuate con successo.

Lo Shuttle Discovery si distaccherà dalla ISS domani 25 marzo ed il suo rientro in Florida è previsto per sabato 28.

Vito Lecci

Italia e Israele insieme nello spazio

22 marzo 2009 - 00:10 | In Varie | Commenti disabilitati

Isaac Ben-Israel e Enrico SaggeseNon sono soltanto gli acronimi delle due agenzie spaziali ad essere molto simili tra loro: ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e ISA (Agenzia Spaziale Israeliana), ma anche i rispettivi intenti in campo astronautico.

Infatti proprio il 20 marzo è stato siglato un protocollo di intesa tra i due enti che avviano una cooperazione spaziale congiunta per scopi pacifici.

I principali obiettivi dell’intesa riguarderanno l’esplorazione spaziale ai fini della ricerca scientifica, l’osservazione della terra, le telecomunicazioni spaziali. L’intesa include anche la possibilità di un intescambio di docenti e ricercatori dei rispettivi Paesi.

Si tratta di un’intesa che certamente porterà benfici ad entrambe le parti.

Vito Lecci

Scoperte le prime goccioline d’acqua su Marte

20 marzo 2009 - 17:52 | In Astronautica, Varie | 9 Commenti

Goccioline d'acqua sulle "zampe" della sonda Phoenix

La scoperta arriverebbe dall’analisi di una delle migliaia di foto inviateci a terra dalla sonda Phoenix, atterrata sul pianeta il 26 maggio scorso  che ha interroto le comunicazioni con noi a novembre.

Si cominciano ad analizzare a fondo le oltre 25.000 foto inviateci dalla sonda e pare che la prova dell’esistenza dell’acqua allo stato liquido sul pianeta rosso sarebbe sulle “zampe” della sonda, che sembrano schizzate dal prezioso liquido, proprio poco dopo il suo atterraggio.

Nella sequenza delle tre foto vedete infatti, sulla parte bassa della zampa, una piccola massa che si fonde con un’altra vicina. Prova che ti tratta di un qualche liquido, secondo i ricercatori quasi certamente acqua.

E’ stata cercata a lungo l’acqua su Marte, ma le particolari condizioni del pianeta, relativamente alla sua temperatura e pressione atmosferica, permettono la presenza di acqua esclusivamente allo stato solido o gassoso.

Ad esempio nel periodo in cui la sonda era sul pianeta la temperatura oscillava da -20°C a -90°C, a quella temperatura ovviamente sarebbe impossibile la presenza dell’acqua allo stato liquido, ma i ricercatori pensano che l’acqua fosse miscelata con un’alta percentuale di sali che ne determinerebbero un notevole abbassamento crioscopico (cioè del punto di congelamento).

Inoltre la liquefazione potrebbe essere stata facilitata anche dai retrorazzi della sonda che, nella fase di atterraggio, potrebbero col loro calore aver disciolto una parte del ghiaccio contenuto nel permafrost al suolo.

Vito Lecci

Eclisse di Sole su Saturno

18 marzo 2009 - 01:00 | In Astronomia | Commenti disabilitati

Saturno e lune

Oggi vorrei proporvi una belissima immagine di Saturno ripresa dall’Hubble Space Telescope, lo scorso 24 Febbraio 2009.

Potete vedere come esso appaia con i suoi anelli quasi “di taglio”, configurazione che si verifica ogni circa 14 anni, quando la Terra si trova ad attraversare il suo piano equatoriale. Questa particolare prospettiva aumenta anche le possibilità di vedere le sue lune attraversare (prospetticamente) il disco del pianeta stesso.

In effetti potete vedere in alto Titano, il più grande dei suoi satelliti. E’ bellissimo anche notare come Titano proietti la sua ombra un po’ più in alto a destra, nella regione polare di Saturno. Se in quel momento ci fossimo trovati in quel punto avremmo assistito ad un eclisse di Sole dalla superficie del pianeta.

Più in basso di Titano, appena sopra l’anello, potete vedere Mimas, anch’essa proietta la sua piccola ombra sul pianeta, un’altra regione quindi con un eclisse in corso, contemporanetamente a quella generata da Titano.

Infine a sinistra, al di sopra dell’anello, è perfettamente visibile la luminosa luna Dione.

Potete visualizzare un’immagine più grande e dettagliata cliccandoci sopra.

Vito Lecci

Ecco il vincitore del Premio Galileo Galilei

17 marzo 2009 - 00:22 | In Varie | Commenti disabilitati

Prof. Luciano GuerrieroE’ stato appena reso noto ufficialmente il vincitore del “Premio Galileo Galilei 2009″ per la divulgazione scientifica.

E’ il Prof. Luciano Guerriero che è stato il primo Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Direttore dell’Istituto di Fisica dell’Università di Bari, Direttore del CSATA, Direttore dell’Istituto per l’Elaborazione di Segnali ed Immagini del CNR.

Nonostante la sua densissima attività professionale il Prof. Guerriero non ha mai trascurato l’impegno nella divulgazione scientifica, che lo ha visto partecipe di innumerevoli conferenze e seminari in tutto il mondo.

La cerimonia di premiazione avverrà presso le sale dello Sheraton Nicolaus Conference Center di Bari, in occasione del Festival dello Spazio 2009, manifestazione alla quale vi rinnovo l’invito a partecipare.

Vito Lecci

Pagina successiva »

Sidereus Nuncius è basato su piattaforma WordPress
Copyright © 2008-2013 Vito Lecci
Tutti i contenuti del sito sono protetti dal diritto d'autore
Questo Blog è proprietà di SIDEREUS di Vito Lecci - P.IVA 03472890759