Ancora altri due passaggi della Stazione Spaziale

27 maggio 2009 - 13:45 | In Astronautica, Varie | 3 Commenti

Dopo il simpatico appuntamento del 25 Maggio scorso, vorrei segnalarvi altri due passaggi moto interessanti della Stazione Spaziale Internazionale sopra la Penisola Italiana, entrambi saranno molto luminosi.

Il primo è questa sera 27 Maggio 2009, verso le 21:16 (circa) la ISS comparirà in direzione Ovest-Nord-Ovest, magnitudine -2,2.

L’altra invece è prevista per la sera del 29 Maggio, verso le 20:31 (circa), anche in questo caso la Stazione spaziale comparirà in direzione Ovest-Nord-Ovest ed avrà una magnitudine pari a -1,9.

Anche in questi due casi potrete cimentarvi a fotografarla, anche con una modesta fotocamera, utilizzando tempi di esposizione lunghi. Otterrete così una “strisciata” che la ISS lascerà tra le costellazioni.

Un esempio potrete trovarlo a queste foto che ho realizzato qualche tempo fa.

Buon divertimento !

Vito Lecci

Appuntamento con la Stazione Spaziale (25 maggio 2009)

24 maggio 2009 - 14:30 | In Astronautica, Varie | Commenti disabilitati

ISS 29 maggio 2009

Vi informo che la sera del 25 maggio 2009 la Stazione Spaziale Internazionale passerà esattamente sopra la Penisola Italiana, attraversandola longitudinalmente (come potete vedere dall’immagine accanto).

Questo significa che tutti noi italiani potremo osservarla sopraggiungere da Nord-Ovest (verso le 22:00), sarà luminosissima (magnitudine -2,3 !!!) per poi scomparire lentamente quando sarà ancora alta sopra le nostre teste, poiché entrerà nel cono d’ombra terrestre. La parte tratteggiata della sua orbita infatti rappresenta la sua presenza, ma a noi non visibile in quanto, appunto, in ombra.

La sua spettacolare luminosità sarà dovta anche la fatto che da poco sono stati installati anche gli ultimi pannelli solari, quindi la sua superficie riflettente è aumentata tantissimo.

Se volete potrete anche divertirvi a fotografarla esponendo la pellicola per diversi secondi, con la fotocamera saldamente fissata su un calvalletto. Potrete ottenere qualcosa di simile a queste foto che ho realizzato in passato della ISS.

Buona visione !

Vito Lecci

Due nuovi astronauti italiani

20 maggio 2009 - 14:18 | In Astronautica, Varie | Commenti disabilitati

Astronauti ItalianiPoche ore fa sono stati presentati i nuovi astronauti che l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) utilizzerà, insieme a quelli già in forze, per le future missioni spaziali.

Tra i sei vincitori, tra cui un tedesco, un danese, un francese e un inglese, spiccano addirittura due astronauti italiani e, per la prima volta nella storia italiana, uno dei due è una donna.

Si tratta di Samantha Cristoforetti (32 anni) e Luca Salvo Parmitano (33 anni) entrambi piloti dell’Aeronautica Militare Italiana.

I vincitori hanno affrontato una durissima selezione tra oltre 8.500 partecipanti, di cui 1.430 donne.

Adesso, nel panorama italiano, possiamo annoverare ben sette astronauti. I nomi di Samatha Cristoforetti e Luca Salvo Parmitano, si affiancano infatti agli altri astronauti italiani Franco Malerba, Maurizio Cheli, Umberto Guidoni, Roberto Vittori e Paolo Nespoli.

Facciamo i nostri auguri ai due nuovi arrivati.

Vito Lecci

Hubble Space Telescope: completato l’ultimo “ritocco”

19 maggio 2009 - 01:28 | In Astronautica | 4 Commenti

Hubble EVA

E’ stata completata poche ore fa, alle 21:22 (ora italiana) di ieri 18 maggio, la quinta ed ultima EVA (Attività Extraveicolare) compiuta dall’equipaggio della missione STS-125 di riparazione dell’Hubble Space Telescope.

Nella prima EVA è stata sostituita una fotocamera grandangolare e il computer che si occupa di dialogare con i computer a terra.

Nella seconda EVA sono stati sostituiti tutti i sei giroscopi di Hubble, tre dei quali erano guasti, e sostituire tre batterie.

Nella terza EVA hanno smontato le “lenti correttive”, montate nel 1993 per correggere un problema ottico sulla curvatura dello specchio principale, al loro posto è stata installata una camera ultravioletta molto sensibile.

La quarta EVA è stata la più problematica, gli astronauti hanno riparato uno spettrografo, mediante la sotituzione di una scheda di alimentazione guasta. Hanno inoltre tentato, senza riuscirci, di montare uno schermo protettivo per hubble, operazione che sarà tentata nell’EVA successiva.

Infine, nella quinta EVA, durata 7 ore e 20 minuti, è stato sostituito un altro gruppo di batterie, e installato lo schermo protettivo.

Tutte queste sostituzioni e riparazioni hanno ringiovanito moltissimo il telescopio spaziale che, dopo 19 anni di onorato servizio, è stato messo nelle condizioni di poter operare per altri uno o forse due lustri. Anche perchè, dopo di questa, non sono previste altre missioni di riparazione dei futuri guasti che dovessero sopraggiungere e Hubble verrà definitivamente abbandonato a se stesso.

Ma fino ad allora non mancherà di emozionarci con delle nuove stupende immagini, come ha sempre saputo fare.

Vito Lecci

Lanciati i due nuovi telescopi spaziali

14 maggio 2009 - 23:19 | In Astrofisica, Astronautica | Commenti disabilitati

ArianeSono partiti oggi, alle 15:12, i due nuovi telescopi dell’ESA, dalla base di Kourou a bordo del vettore Ariane.

Il lancio è avvenuto con successo e ora i due telescopi stanno viaggiando verso un particolare punto, Lagrangiano 2 (o L2), a 1,5 milioni di Km da noi, dalla parte opposta rispetto al  Sole, qui rimarranno perennemente all’interno dell’ombra terrestre. In questo modo i telescopi potranno osservare in assoluta “tranquillità”, cioè sempre al buio e quindi al riparo dagli inevitabili sbalzi termici che invece affrontano tutti gli altri satelliti in orbita intorno alla Terra.

Basti pensare ad esempio che uno degli strumenti del telescopio Plank lavora ad appena un grado sopra lo “zero assoluto”, quindi stiamo parlando di circa -272,15°C !!!

Plank sarà dedicato allo studio della radiazione cosmica di fondo, dovuta al Big Bang. Andrà quindi a fotografare l’Universo primordiale, quando la sua età era di appena 300.000 anni.

Herschel invece, nell’infrarosso, studierà nascita ed evoluzione di stelle e galassie. Allo scopo utilizza uno specchio di 3,5 metri di diametro, il più grande mai lanciato nello spazio (con una superficie addirittura maggiore rispetto a quella dell’Hubble Space Telescope).

Attendiamo fiduciosi le loro prime riprese tra pochi mesi.

Vito Lecci

I nuovi astronauti europei stanno per essere annunciati

12 maggio 2009 - 14:04 | In Astronautica, Varie | Commenti disabilitati

astronauti-esaRicorderete che, lo scorso 19 Maggio 2008, l’ESA aprì le iscrizioni per la candidatura di nuovi astronauti europei da aggiungere al proprio organico, ne parlammo nel post: “Chi vuol essere Astronauta?“.

Le domande furono più di 8.000 e adesso, a un anno di distanza, sono rimasti soltanto in 10. I vincitori saranno proclamati il prossimo 20 Maggio dal Presidente dell’Agenzia Spaziale Europea. Saranno quattro astronauti e altri quattro di riserva, ma potrebbero esserne nominati anche sei, anzicché quattro.

I vincitori, affiancati agli altri otto astronauti dell’ESA, saranno impegnati sulla ISS, nelle future missioni sulla Luna e… chissà se toccheranno anche Marte…

Tra i finalisti ci sono anche due italiani, un uomo e una donna, entrambi membri dell’Aeronautica Militare.

Vito Lecci

Nuovo Parco Astronomico in arrivo

7 maggio 2009 - 22:11 | In Varie | 15 Commenti

cupola-parcoCari Amici,
lo so che in questi ultimi giorni non sono stato molto assiduo nel curare il blog, e me ne scuso.

Il motivo di ciò risiede nel fatto che, proprio in questi ultimi tempi sto portando a termine un grosso progetto che da mesi, anzi anni, sto sviluppando.

E’ con immenso piacere infatti che vi informo che, Sabato 30 maggio 2009, inaugurerò il nuovissimo Parco Astronomico SIDEREUS, sempre a Salve (LE), in aperta campagna, a 1500 metri di distanza dal preesistente Complesso Astronomico.

Rispetto a quest’ultimo, il Parco sarà molto più grande e capiente.
Sulla sua superficie, che si estende per oltre 5.000 m2, saranno presenti:

1) diverse meridiane (solari e lunari) di differente tipologia;

cupola-parco-022) un planetario a cupola fissa più grande, ben 6 metri di diametro e una capacità di oltre 50 posti a sedere, in un ambiente perfettamente climatizzato;

3) due aie (da 4 metri e da 6 metri di diametro) che ospiteranno svariati telescopi a disposizione dei presenti;

4) un terrazzo, con oltre 50 posti a sedere, in cui saranno tenute conferenze divulgativo-scientifiche e proiezioni su maxi-schermo delle immagini provenienti dai telescopi;

5) Un gazebo di 50 m2 in cui sarà allestita una ricca mostra;

6) diverse altre cosette che vi svelerò presto…

Proprio in questi giorni sto lavorando alacremente all’ultimazione della cupola, come potete vedere nelle foto, operazione che sta dando molto filo da torcere, ma non abbastanza… :)

Una volta inaugurato, il Parco rimarrà aperto al pubblico in quasi tutte le notti serene. Ma tornerò presto a darvi informazioni più dettagliate in proposito.

Vito Lecci

Aggiornamento 2 Giugno 2009: Parco Astronomico inaugurato nei giorni 30 e 31 maggio 2009.

SKA, sarà il più grande radiotelescopio del mondo

4 maggio 2009 - 00:42 | In Astrofisica, Varie | 3 Commenti

Progetto SKA

Sarà l’Australia ad ospitare il più grande radiotelescopio del mondo, costerà 1,5 miliardi di euro e l’Italia sarà protagonista nella sua realizzazione, sia grazie all’apporto scientifico, fornito dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica), sia con l’apporto industriale, che verdrà Finmeccanica impegnata nella realizzazione di diverse parti.

Il progetto, denominato SKA (Square Kilometre Array), avrà un’area collettrice di 1 Km2, e coprirà tutte le frequenze comprese tra 0,1 e 25 GHz.

Inoltre le varie parabole, come potete vedere nell’immagine, saranno disposte entro un’area di 1000 Km di diametro, permettendo dunque di raggiungere una risoluzione 50 volte maggiore a quella mai raggiunta sino ad oggi.

Il progetto dovrebbe essere iniziato nel 2012 per terminare nel 2022. Prima ancora di raggiungere la sua piena operatività, che permetterà di migliorare enormemente la nostra conoscenza dell’Universo, il progetto promette di avere già da subito delle grandi ricadute nell’ambito tecnologico, infatti per la realizzazione dello stesso saranno necessarie delle soluzioni innovative.

Vito Lecci

Telescopio Spaziale: anticipata di un giorno la missione di riparazione

2 maggio 2009 - 11:53 | In Astronautica | 1 Commento

Clicca per ingrandire

Adesso è confermato ed ufficiale, la missione STS-125, che vedrà lo Shuttle Atlantis partire per una missione di riparazione del Telescopio Spaziale Hubble, sarà anticipata di un giorno, passando quindi dal 12 all’11 maggio. Questo allo scopo di avere una finestra di lancio più ampia (11, 12 e 13 maggio), sfumata la quale si renderebbe necessario rimandare di diversi giorni.

A causa dei rischi di impatto con qualche detrito spaziale, che in questa occasione la NASA prevede nella misura di una possibilità su 221, subito dopo aver terminato la riparazione lo Shuttle abbasserà la sua orbita, ma non sarà in grado tuttavia di raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale, in caso di necessità, a causa della differente orbita di quest’ultima.

Per questo motivo, in caso di problemi, è stata approntata una missione di soccorso, lo Shuttle Endeavour, che partirebbe in  salvataggio dell’equipaggio dell’Atlantis.

Infatti nella foto che vi propongo (cliccateci sopra per vederla ingrandita), noterete i due Shuttle contemporaneamente presenti sui due pad di lancio.

L’Atlantis sul PAD 39A, l’Endeavour invece pronto a partire in caso di necessità dal PAD 39B.

Sicuramente un bello spettacolo vederli entrambi posizionati e pronti, ma speriamo davvero che l’Endeavour non debba essere impiegato. In tal caso sarebbe già pronto per la sua naturale missione successiva, la STS-127.

Appuntamento quindi all’11 maggio, Atlantis infatti questa volta partirà in un’orario abbastanza comdo per noi, alle 20:01 (ora italiana).

Ovviamente potrete seguire tutte le fasi del lancio sul sito della NASA, cliccando sul link “Multimedia”.

Buona visione.

Vito Lecci

Sidereus Nuncius è basato su piattaforma WordPress
Copyright © 2008-2013 Vito Lecci
Tutti i contenuti del sito sono protetti dal diritto d'autore
Questo Blog è proprietà di SIDEREUS di Vito Lecci - P.IVA 03472890759