Un’impronta felina nello spazio

22 gennaio 2010 - 15:11 | In Astrofisica | 1 Commento

Clicca per ingrandire

L’ESO (European Southern Observatory) ha appena rilasciato l’ultima immagine ripresa dall’Osservatorio di La Silla, in Cile.

E’ la nebulosa NGC 6334, conosciuta anche come “Nebulosa Zampa di Gatto”, infatti assomiglia molto alle impronte lasciate dai nostri felini domestici.

Si trova a circa 5500 anni-luce da noi, in direzione della costellazione dello Scorpione e riscopre un’area approssimativamente uguale a quella della luna piena.

L’intera nube ha un’estensione di circa 50 anni-luce e la sua colorazione rossa è dovuta soprattutto all’idrogeno reso incandescente dalla radiazione emessa dalle giovani stelle presenti al suo interno.

In effetti la nebulosa è uno dei più attivi vivai stellari conosciuti nella nostra galassia e potrebbe contenere, celate tra le sue rosse nubi, decine di centinaia di stelle, con massa circa dieci volte maggiore rispetto a quella del Sole.

Cliccate sull’immagine per ottenerne un ingrandimento.

Vito Lecci

Dune marziane

10 gennaio 2010 - 20:01 | In Astrofisica | 6 Commenti

Dune su Marte

Oggi vorrei condividere con voi questa bellissima immagine di Marte, ripresa dalla sonda Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), attualmente in orbita marziana.

Il surreale paesaggio che vedete è una distesa di dune di sabbia nella regione settentrionale del pianeta.

Qui, in inverno, le dune sono ricoperte da uno strato di ghiaccio secco (CO2) che, al calore dei primi raggi primaverili, sublima lasciando nude le dune sottostanti.

Durante questo processo può accadere che alcune creste di sabbia franino verso il basso, orgininando le striature scure che vedete in foto.

Non so voi, ma la prima impressione che ho avuto io è stata quella di un deserto con piccole oasi di vegetazione sparpagliate qua e là.

Se l’immagine vi piace potete cliccarci sopra per ottenerne l’alta risoluzione.

Vito Lecci

Arriva lo sciame meteorico delle Quadrantidi

2 gennaio 2010 - 14:24 | In Astronomia, Eventi Astronomici | 5 Commenti

Meteora

Cari Amici,

iniziamo alla grande questo Nuovo Anno solare con uno sciame meteorico che dovrebbe allietare i nostri occhi proprio in queste sere.

Si tratta delle Quadrantidi, uno sciame generato dai detriti disseminati nello spazio dall’asteoride  2003 EH1.

Sebbene questo sciame sia visibile nei giorni che vanno dall’1 al 5 gennaio, in realtà il clou sarà nella notte fra il 3 ed il 4. In particolare a partire dalle 20:00 del 3 gennaio, fino alle 02:00 del 4.

Il riadiante di questo sciame si trova nella ex costellazione del Quadrante Murale, che oggi non esiste più. Fu una costellazione ideata da Jerome de Lalande in onore di questo utile strumento astronomico (il quadrante murale appunto), che si trovava tra la costellazione di Boote e quella dell’Orsa Maggiore.

Purtroppo alle 20:00 il radiante sarà ancora sotto l’orizzonte, quindi vedremo un numero minore di scie, ma esso poi sorgerà sopra l’orizzonte, in direzione Nord-Est, dopo la mezzanote, quando la Luna inizierà ad infastidirci un pò col suo bagliore.

In ogni caso val la pena di darci uno sguardo.

Buon divertimento.

Vito Lecci

Sidereus Nuncius è basato su piattaforma WordPress
Copyright © 2008-2013 Vito Lecci
Tutti i contenuti del sito sono protetti dal diritto d'autore
Questo Blog è proprietà di SIDEREUS di Vito Lecci - P.IVA 03472890759