Riapre il Parco Astronomico SIDEREUS

29 luglio 2010 - 00:25 | In Varie | 2 Commenti

Logo Parco Astronomico SIDEREUSDopo alcuni giorni di pausa forzata, dovuta alla fase di plenilunio, in cui il nostro astro della notte non ci permette di effettuare osservazioni astronomiche a causa del suo intenso bagliore, ora si ritorna pienamente operativi.

A partire quindi da questa sera (giovedì 29 luglio), e per quasi tutto il mese di agosto (tranne i giorni di plenilunio), il Parco Astronomico SIDEREUS riapre al pubblico offrendo a chiunque la possibilità di cimentarsi nell’osservazione di pianeti, nebulose e ammassi stellari. Sarà operativo anche il Planetario, nel quale rivivere il cielo stellato visibile da qualsiasi latitudine terrestre ed in qualsiasi epoca e sarà possibile anche visitare la mostra con una collezione di meteoriti provenienti da tutto il mondo, diversi quadranti solari, il Sistema Soalre in scala, il diorama dello sbarco sulla Luna e tanto altro ancora.

Ulteriori informazioni potrete trovarle sul nostro sito ufficiale: www.sidereus.info, dove è possibile anche leggere alcuni dei commenti lasciati dai nostri gentili ospiti dei giorni scorsi.

Vi ricordo che per partecipare alle nostre serate occorre prenotare al seguente recapito telefonico: 349/8470776.

A presto.

Vito Lecci

Ecco la stella più grande mai scoperta

27 luglio 2010 - 12:12 | In Astrofisica | 3 Commenti

rmc-136

Gli astronomi l’hanno battezzata R136a1 e, con la sua massa attuale pari a 265 volte quella del sole ed una luminosità di 10 milioni di volte maggiore, è la stella più massiccia che sia mai stata scoperta fino ad oggi.

Tuttavia questo genere di stelle perdono rapidamente una gran quantità di massa durante la propria vita, infatti la stella appena scoperta, alla nascita, aveva una massa di almeno 320 masse solari. Fino a poco tempo fa, si riteneva che le stelle alla nascita non potessero avere massa maggiore a 150 masse solari, ma oggi evidentemente questo limite è stato raddoppiato.

R136a1 si trova a 165.000 anni-luce di distanza da noi, nella nebulosa della Tarantola, una intensa regione di formazione stellare, all’interno della Grande Nube di Magellano, una delle galassie a noi più vicine, visibile dall’emisfero australe.

stelle-confrontoIn questa piccola immagine potete vedere un confronto tra una piccola stella rossa (0,1 masse solari), una stella delle dimensioni del nostro Sole (quella gialla), una stella di 8 masse solari (quella azzurra), infine R136a1 (raffigurata in blu) con massa oltre 300 volte di quella solare.

Qualche curiosità:

Se tale stella fosse alla stessa distanza del nostro sole da noi, la luminosità della nostra stella apparirebbe effimera, alla pari di quella della Luna Piena rispetto al Sole.

Inoltre, a causa della forte attrazione gravitazionale della massiccia R136a1, il nostro pianeta sarebbe costretto ad aumentare la velocità di rivoluzione ed il nostro attuale anno durerebbe appena tre settimane. Tuttavia, le intensissime radiazioni emesse da R136a1, renderebbero impossibile ogni forma di vita sul nostro pianeta.

Vito Lecci

Passaggi a raffica della ISS sopra l’Italia, in questi giorni.

10 luglio 2010 - 11:04 | In Astronautica, Varie | Commenti disabilitati

Passaggio ISS

Si ripete ancora il passaggio della Stazione Spaziale sopra l’Italia.

Questa volta siamo nelle migliori condizioni possibili, sia perchè i passaggi saranno longitudinali alla nostra Penisola, come potete vedere nell’immagine (quindi ben visibili da tutti) sia perchè ce ne saranno moltissimi in questi giorni, anche con doppi appuntamenti giornalieri.

La ISS apparirà quasi sempre in direzione approssimativamente Nord-Ovest e procederà in direzione Sud-Est.

Ecco elencati di seguito i passaggi più luminosi e spettacolari:

  • 10 Luglio 2010, alle 20:43;
  • 10 Luglio 2010, alle 22:18;
  • 11 Luglio 2010, alle 21:09;
  • 11 Luglio 2010, alle 22:45;
  • 12 Luglio 2010, alle 21:35;
  • 13 Luglio 2010, alle 20:26;
  • 13 Luglio 2010, alle 22:03;
  • 14 Luglio 2010, alle 20:53;
  • 15 Luglio 2010, alle 21:20;
  • 17 Luglio 2010, alle 20:38.

Volendo potete anche cimentarvi in qualche foto, riprendendo la “strisciata” che la ISS lascia nel cielo. In questo post “Ecco le foto della Stazione Spaziale” potete trovare qualche suggerimento a questo proposito.

Buon divertimento !

Vito Lecci

L’Universo passato e presente in un unica immagine

6 luglio 2010 - 15:55 | In Astrofisica | 5 Commenti

plank-esa

E’ stata appena rilasciata dall’ESA la nuova immagine dell’Universo ripresa dalla sonda PLANCK.

Si tratta di una spettacolare mappa a tutto cielo che, in un sol colpo d’occhio, ci racconta passato e presente del nostro Universo.

Infatti la parte centrale dell’immagine, la scia chiara orizzontale, è la Via Lattea, la nostra galassia. Al di sopra ed al di sotto di essa sono ben evidenti degli enormi pennacchi di polvere, essi sono la culla di una quantità strabiliante di stelle appena nate o che stanno per vedere (o meglio emettere… ;) ) la luce.

Fin qui abbiamo una foto della nostra galassia, e quindi dell’Universo nella sua attuale età. Invece le regioni più estreme in alto ed in basso dell’immagine, benchè meno spettacolari, sono invece scientificamente interessantissime. Si tratta infatti della radiazione cosmica di fondo, è in assoluto la più antica luce dell’Universo, emessa dopo il Big Bang, ben 13,7 miliardi di anni fa.

Ed è proprio questa la missione di PLANCK: ricostruire, a partire da quel fondale screziato, ciò che avvenne nell’Universo primordiale nei primi istanti della sua formazione. Tuttavia per poter adempiere al meglio a questa missione sarebbe opportuno avere un’immagine a tutto cielo della sola radiazione cosmica di fondo, anche laddove adesso compare la Via Lattea, la cui presenza dovrà essere rimossa digitalmente attaraverso complessi algoritmi.

Ma quando il lavoro sarà stato completato PLANCK sarà in grado di mostrarci l’immagine della radiazione cosmica di fondo più precisa che sia mai stata ottenuta.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Vito Lecci

Sidereus Nuncius è basato su piattaforma WordPress
Copyright © 2008-2013 Vito Lecci
Tutti i contenuti del sito sono protetti dal diritto d'autore
Questo Blog è proprietà di SIDEREUS di Vito Lecci - P.IVA 03472890759