Un mucchio di fesserie sulla Luna “rosa”

19 giugno 2013 - 11:02 | In Astrobufale | 23 Commenti

In questi giorni, girovagando per la rete, mi sono imbattuto in centinaia di articoli che annunciano l’arrivo della Luna Piena al perigeo di giugno 2013, che qualcuno chiama “superluna”, e fin qui è tutto ok.

Il grosso problema però è che moltissimi di questi siti affermano che la Luna assumerà un colore “rosa”, adducendo le più strampalate spiegazioni.
Inoltre queste scempiaggini non sono soltanto presenti su piccoli sitarelli e blog da due soldi (anche questo lo è), ma anche su alcune testate giornalistiche nazionali, evidente frutto di un lavoro molto superficiale da parte di chi li ha redatti, e questo mi preoccupa fortemente sulla qualità e serietà anche delle altre informazioni che vengono diffuse da queste ultime…

Ovviamente è assolutamente FALSO, la luna NON sarà rosa, ma semplicemente apparirà un pochino più grande e più luminosa del solito, ma il suo colore sarà quello di sempre, come ho anche spiegato nel mio precedente post dal titolo:

Una Superluna per iniziare l’estate 2013

Eccezioni:

Ci tengo a precisare che esistono solo alcune particolari circostanze in cui la Luna può apparire Rossa: durante una eclisse totale di luna, in cui il suo colore è marcatamente “rosso” e quando si trova vicinissima all’orizzonte (alla sua alba o tramonto), per effetto dell’estinzione atmosferica, ma questo accade sempre.

LA MIA PROVA

Per darvi la prova di quanto affermo vi allego questa foto della Luna piena al perigeo, che io stesso ho scattato lo scorso anno, vedrete che non ha assolutamente niente di neanche lontanamente simile al rosa.

Occhio a quello che si legge in giro…

Vito Lecci

50 volte la fine del Mondo !

10 dicembre 2012 - 11:41 | In Astrobufale, Varie | 35 Commenti

In questi giorni mi sono voluto divertire un pochino: sono andato a caccia di tutte le notizie riguardanti le annunciate “fini del mondo”, poi miseramente smentite dai fatti.

Mi sono sorpreso scoprendone addirittura più di 40, e partono già dal primo millennio.

Ho pensato che una simile sfilza di date ed argomentazioni era troppo esilarante per non condividerla anche con voi. Premetto solo una cosa, l’elenco NON vuole essere completo ed esatto, probabilmente alcune date mi saranno sfuggite, probabilmente altre saranno inesatte, ma lo scopo di questa lista è solo quello di farvi riflettere…

Adesso buona lettura e… buon divertimento ;)

Ecco le date delle annunciate fini del mondo:

  • 992: secondo Bernardo di Turingia;
  • 999, 31 dicembre: secondo i monaci cristiani, per via della frequenza con cui il numero 1000 appare nelle Scritture;
  • 1033: secondo il monaco Raoul Glaber che giustificava la mancata fine del mondo dell’anno 1000, in quanto i mille anni andavano contati a partire dalla morte di Cristo e non dalla sua nascita;
  • 1186, settembre: secondo l’astrologo Giovanni di Toledo;
  • 1260: secondo il teologo Gioacchino Da Fiore;
  • 1524, 20 febbraio: secondo gli astronomi Johannes Stöffler e Jakob Pflaumen, che previdero un nuovo diluvio universale causato dalla congiunzione di alcuni pianeti. In seguito a questa notizia a Londra oltre 20.000 persone, in preda al panico, abbandonarono le loro case;
  • 1537: secondo l’astrologo Pierre Turrel;
  • 1544: ancora secondo l’astrologo Pierre Turrel, dopo il fallimento della previsione del 1537;
  • 1584: secondo l’astrologo Cipriano Leowitz;
  • 1648: secondo il rabbino Sabbati Zevi, di Smirne;
  • 1654: secondo il medico alsaziano Helisaeus Roeslin;
  • 1665: secondo il quacchero Solomon Eccles;
  • 1704: secondo il cardinale Nicholas de Cusa;
  • 1719: secondo il matematico Jacques Bernoulli;
  • 1732: secondo Nostradamus ci sarà una totale distruzione della razza umana;
  • 1757: secondo il mistico di Svezia Emanuel Swedenborg;
  • 1761, 5 aprile: secondo il fanatico religioso William Bell, a causa di una violentissima scossa di terremoto;
  • 1774: secondo Joanna Southcott, leader di una setta religiosa inglese;
  • 1801: secondo l’astrologo Pierre Turrel;
  • 1814: ancora secondo l’astrologo Pierre Turrel, dopo il fallimento della previsione del 1801;
  • 1820, 14 ottobre: secondo il profeta John Turner;
  • 1836: secondo John Wesley, fondatore del Metodismo;
  • 1843, 3 aprile: secondo William Miller, fondatore della setta dei Milleriti;
  • 1843, 7 luglio: sempre William Miller, dopo il fallimento della prima previsione del 1843;
  • 1844, 21 marzo: sempre William Miller, dopo il fallimento di entrambe le previsioni del 1843;
  • 1844, 22 ottobre: sempre William Miller, dopo il fallimento di tutte le precedenti previsioni;
  • 1881: stando ai calcoli (?) di alcuni studiosi delle misure geometriche delle piramidi;
  • 1910, maggio:  in questa data fu correttamente previsto dagli astronomi che la terra avrebbe attraversato la coda della cometa di Halley. Ma  alcuni giornali, profeti e pseudo-scienziati, diramarono la falsa notizia che la coda della cometa avrebbe liberato massicce quantità di un velenoso gas cianogeno causando così un genocidio di massa, ovvia la reazione di migliaia di persone cadute nel panico;
  • 1914, 2 ottobre: secondo Charles Taze Russel, fondatore dei Testimoni di Geova;
  • 1919, 17 dicembre: secondo il sismologo Alberto Porta, la congiunzione di sei pianeti avrebbe provocato una perturbazione magnetica di vastissima portata, ovverosia l’apocalisse finale;
  • 1925, 13 febbraio:  secondo Margaret Rowan, a seguito di una rivelazione che sosteneva di aver ricevuto direttamente dall’Arcangelo Gabriele
  • 1925: ancora Charles Taze Russel, dopo il fallimento della prima previsione del 1914;
  • 1936: ancora secondo gli studiosi delle misure geometriche delle piramidi, dopo il fallimento della predizione del 1881;
  • 1941: ancora Charles Taze Russel, dopo il fallimento delle previsioni del 1914 e del 1925;
  • 1945, 21 settembre: secondo il reverendo Charles Long, di Pasadena, la terra si sarebbe vaporizzata e l’umanità si sarebbe trasformata in ectoplasma. I suoi seguaci smisero di mangiare, bere e dormire per una settimana prima della presunta catastrofe;
  • 1947, secondo il dentista John Ballou Newbrough che aveva ricevuto la rivelazione nella sua “nuova bibbia” scritta in “scrittura automatica”, cioè dettatagli in stato di trance dagli spiriti;
  • 1953: ancora secondo gli studiosi delle misure geometriche delle piramidi, gli stessi della predizione del 1881 e del 1936;
  • 1947: secondo John Ballou Newbrough, il “Più grande profeta d’America”;
  • 1960, 14 luglio: secondo il pediatra Elio Bianco, a causa di un’arma segreta americana. Per scampare all’apocalisse costruì un’arca da 15 stanze sul Monte Bianco, per sè e per i suoi amici;
  • 1967: secondo Sun Myung Moon, capo della Chiesa dell’Unificazione;
  • 1975: ancora Charles Taze Russel, dopo il fallimento delle previsioni del 1914, del 1925 e del 1941;
  • 1984: ancora Charles Taze Russel, dopo il fallimento di tutte le precedenti previsioni (1914, 1925, 1841 e 1975);
  • 1991, 31 marzo: secondo un oscuro culto australiano, Gesù sarebbe dovuto arrivare in barca nel pomeriggio di Sidney, da noi alle ore 9 del mattino.
  • 1993, 11 novembre: secondo la rivista americana Weekly World News, per l’impatto di un asteroide sulla Terra;
  • 1994, 6 settembre: secondo il profeta Harold Camping:
  • 1999: ancora secondo Nostradamus;
  • 2003: secondo i seguaci della teoria del decimo pianeta che, più volte, hanno affermato che in questo anno tale pianeta si sarebbe scontrato con la terra;
  • 2008, 10 settembre: secondo alcuni studiosi, a causa di un buco nero prodotto al CERN;
  • 2011, 21 ottobre: ancora secondo il profeta Harold Camping, dopo il fallimento della previsione del 1994.

Avete riso abbastanza? :D

Le avete contate? sono 49 !

Qualcuno si è intestardito addirittura nelle previsioni da provarci e riprovarci più volte prima di gettare la spugna. Eclatanti i casi di  William Miller, che ci prova 4 volte, o di Charles Taze Russel che ci prova addirittura 5 volte. Per non parlare poi di Elio Bianco, che addirittura si costruisce un’arca.

La 50-ma previsione della fine del mondo sarà quella del prossimo 21 dicembre 2012.

Non so voi, ma io ho l’idea (per niente vaga) che anche questa data andrà ad allungare la lista e contribuirà a far sbellicare dalle risa anche i nostri lontani discendenti.

Tuttavia, se è vero che il “riso fa buon sangue”, allora dobbiamo ringraziare tutti i simpatici personaggi sopraelencati, che ci hanno permesso di trascorrere 5 minuti di ilarità.

Vito Lecci

Aggiornamento: scusate ragazzi, vorrei aggiungere anche questo video della blasonata rivista di Divulgazione Scientifica FOCUS.
Dura solo 4 minuti DA VEDERE !


CENSURA AI COMMENTI: ricordo che, data la natura di questo blog, saranno rimossi i commenti a sfondo politico. Ricordo anche che sarà rimosso qualsiasi commento apertamente offensivo verso gli altri lettori.

Meteorite cade in Lettonia, ma è uno scherzo

26 ottobre 2009 - 20:39 | In Astrobufale | Commenti disabilitati

Cratere in Lettonia

Da pochissime ore sta circolando la notizia dell’impatto di una meteorite che sarebbe caduta nei pressi del villaggio di Mazslaca, in Lettonia, senza provocare danni o feriti.

Cratere in LettoniaL’impatto avrebbe provocato un cratere largo 15 metri e profondo più di cinque.

La notizia è stata diffusa dagli abitanti della zona, che hanno anche prodotto un resoconto filmato della voragine ancora fumante.

Solo dopo il sopralluogo di alcuni scienziati di Riga si è appurato che si tratterebbe di una clamorosa bufala. Il cratere infatti sarebbe stato deliberatamente scavato da qualche buontempone che lo avrebbe anche arricchito con materiale pirotecnico per rendere il tutto più verosimile.

Forse si sarà scomodata un pò di gente ma, non so perchè, questo piccolo scherzo lo trovo simpatico… ;)

Vito Lecci



Due lune nel cielo ad Agosto ?

26 agosto 2009 - 14:29 | In Astrobufale | 2 Commenti

luna-marteDa diversi giorni a questa parte mi stanno arrivando moltissime telefonate di gente che vuol venire in visita al Parco Astronomico per poter osservare al telescopio lo straordinario evento del 27 agosto 2009.

Io cado dalle nuvole, non sapendo minimamente a cosa si riferiscano e, quando chiedo loro di cosa stanno parlando non mi sanno dire niente di particolare, farfugliando parole come Marte, Luna, evento raro ecc…

Dopo l’n-ma telefonata decido di farmi un giro su interent per controllare se c’è qualcosa che mi sfugge al riguardo e mi capita di imbattermi in una notizia che definire strampalata sarebbe un pallido eufemismo…

A quanto pare, su diversi siti internet dalla discutibile serietà e attendibilità, viene riportata la notizia secondo cui la notte del 27 agosto 2009 nel cielo ci saranno due lune brillantissime, una sarebbe il nostro unico satellite naturale, l’altra invece sarebbe il pianeta Marte che, per qualche imprecisato motivo, proprio quella notte dovrebbe vedersi ad occhio nudo della stessa dimensione e luminosità della Luna.

Dopo essermi ripreso dall’attacco di risate, scaturito spontaneamente da una simile accozzaglia di sciocchezze, ho deciso di approfondire le indagini per capire quale fosse la fonte di una simile idiozia.

Ho scoperto che si trattava di una catena di Sant’Antonio risalente addirittura al 2003 che riportava, correttamente, la notizia che Marte sarebbe passato alla minima distanza dalla Terra (nel 2003 non nel 2009) e che, se osservato con un telescopio a 75 ingrandimenti, sarebbe apparso grande come si vedrebbe la Luna ad occhio nudo.

Poi, si sa come vanno queste cose, nei vari passaggi queste informazioni subiscono delle deformazioni e, nel tempo, è scomparso il riferimento alla visione telescopica e l’informazione è diventata palesemente FALSA e inconsistente.

Infatti, come potete vedere nell’immagine in alto che riprende una occultazione di Marte da parte della Luna, risulta abbastanza evidente che il diametro apparente di Marte (osservato dalla Terra, a milioni di Km da noi) è decisamente minore di quello della Luna (a soli 384.400 km da noi), quindi è assolutamente impossibile osservarlo nelle dimensioni paragonabili a quelle della Luna.

Conclusione: facciamo sempre attenzione alle informazioni che leggiamo in giro e all’attendibilità di chi le propone.

Vito Lecci

P.S.: a dispetto di tutte le previsioni catastrofiche annunciate contro chi interrompe le catene di Sant’Antonio, io le ho sempre spezzate TUTTE e non mi è mai accaduto nulla.

Anzi, devo dire che me la passo sempre meglio… ;)

Uragano su Venere minaccia il Messico?

23 giugno 2009 - 10:58 | In Astrobufale | Commenti disabilitati

ansaIl titolo preoccupante di questo post in realtà vuole soltanto mettere in evidenza un piccolo, probabilmente involontario, errore dell’Agenzia di stampa ANSA, ma che fa sorridere, quindi mette di buon umore ;)

Oggi mi sono imbattutto in questo articolo della blasonata agenzia (l’immagine accanto vi mostra così come mi appariva l’articolo, qualora dovesse essere modificato in futuro).

Esso parla dell’uragano “Andres” e del pericolo che incombe sul Messico.

L’incongruenza però è da attribuirsi alla foto scelta e inserita all’interno del trafiletto. L’immagine infatti ritrae si un uragano, ma su Venere e quasi certamente è stata reperita dal sito dell’ESA, a questo link (la quarta immagine in basso a destra).

La foto è stata scattata dal VIRTIS (Visible and Infrared Thermal Imaging Spectrometer) a bordo della sonda Venus Express, attualmente in orbita intorno a Venere.

Insomma anche i grandi, a volte, sbagliano… ;)

Vito Lecci

P.S.: questa è l’immagine in HR dell’uragano venusiano.

Uragano su Venere

Scampata catastrofe cosmica… o idiozia pura ?

17 novembre 2008 - 00:30 | In Astrobufale | 5 Commenti

Cari amici,
oggi vorrei rendervi partecipi di un curioso articolo apparso sabato 15 Novembre su “Io Donna” un inserto del quotidiano “Corriere della Sera”.

Riporto il pezzo esattamente come è stato pubblicato.

………………..

Un asteroide pioverà sulla Terra disegnando un fulmine verde, mentre a Washington si svolge il G20.

CATASTROFE Secondo il divulgatore scientifico Richard Boylan, nel primo pomeriggio di oggi, 15 novembre, un asteroide largo un chilometro e lungo un chilometro e quattrocento metri cadrà nell’oceano a 100 chilometri dalle Bermuda e a 750 miglia dalla Nord Carolina. “Quando l’asteroide entrerà nell’atmosfera terrestre sarà visto come un grande bolide verde brillante”. Seguirà uno tsunami. Richard Boylan sostiene che “le forze armate degli Stati Uniti sono già da molto tempo a conoscenza di questa minaccia”.

………………..

Qualcuno di voi si è accorto di qualcosa? qualcuno ha visto l’asteroide? e lo tsunami? Insomma, dov è la catastrofe?

E’ spaventosa la quantità di pazzi visionari e complottisti che se ne vanno in giro a raccontare castronerie…
e adesso si fanno anche chiamare “divulgatori scientifici”… questa è la catastrofe !!!

Vito Lecci

Astrologia? No grazie!

2 giugno 2008 - 02:30 | In Astrobufale | 16 Commenti

E’ stata appena approvata in Gran Bretagna una legge che obbliga gli operatori di pratiche esoteriche (astrologi, maghi, cartomanti, guaritori ecc…) ad avvertire i propri clienti che le loro prestazioni offerte sono semplice intattenimento non fondato su alcuna sperimentazione scientifica.

Questa decisione è stata presa in ottemperanza alla direttiva europea 2005/29/CE per la tutela del consumatore.

Esprimo tutta la mia ammirazione per il governo britannico che, per primo in Europa, ha adottato finalmente una decisa presa di posizione nei confronti di chi ha fatto della truffa e l’inganno il proprio mestiere.

Auspico con tutto il cuore che presto anche in Italia, e negli altri Paesi, venga al più presto adottata una legge simile. A dire il vero nel nostro Paese è già stata presentata una simile proposta di legge già lo scorso 30 gennaio 2006, dobbiamo solo aspettare che qualcuno si decida ad approvarla. Dopo tutto quello che si sente in giro, di gente che viene continuamente truffata di fior di quattrini, da ciarlatani di ogni genere, credo che il governo abbia l’obbligo di prendere una decisione rapidamente.

Vito Lecci

Asteroide Apophis, quale il pericolo di impatto?

17 aprile 2008 - 02:16 | In Astrobufale, Astronomia | 4 Commenti

impatto.jpgScoperto il 19 giugno 2004 dal Kitt Peak National Observatory, in Arizona, l’asteroide Apophis è balzato subito all’attenzione a causa della sua orbita che lo porterà ad un passaggio radente con la Terra.

Già nel dicembre 2004 si stimò che la probabilità di un suo impatto con la Terra fosse solo di 1 su 300, collocando l’asteroide al livello 2 della Scala Torino.
In seguito, da osservazioni sempre più accurate, il rischio di impatto col nostro pianeta sarebbe sceso ad 1 su 45.000, con una conseguente ricollocazione al livello 1 della Scala Torino.

L’asteroide farebbe un primo passaggio radente il 13 Aprile 2029, a 29.470 km di distanza da noi, poi un secondo passaggio radente 7 anni più tardi, il 13 aprile 2036, a 49 milioni di km.

Tuttavia, proprio in questi giorni, un nuovo polverone sta per alzarsi su Apophis.
Pare infatti che Nico Marquardt, un 13enne studente tedesco, avrebbe fatto delle proprie considerazioni secondo le quali se l’asteroide, in occasione del suo primo passaggio, dovesse scontrarsi con uno dei tanti satelliti geostazionari, collocati ad un’altezza di 36.000 km dal suolo, la sua orbita subirebbe una modifica che porterebbe a solo 1 su 450, la possibilità di impatto in occasione del secondo passaggio radente.

Ma proprio poche ore fa, la NASA risponde alle migliaia di richieste di chiarimento giunte da ogni dove, affermando che le possibilità di impatto con un satellite geostazionario sono minime. In ogni caso, anche se l’impatto dovesse avvenire, vista la mole di Apophis (320 metri di diametro, con una massa di ben 46 milioni di tonnellate), sarebbe come se si scontrasse con un moscerino (un pò come accade ai parabrezza delle nostre automobili). In questo caso l’orbita subirebbe certamente una deviazione, ma non superiore ai 100 km, “spalmati” nei sette anni successivi, decisamente pochi rispetto ai 49 milioni di distanza da noi al suo secondo passaggio.

Vito Lecci

Facciamo chiarezza…

27 marzo 2008 - 03:41 | In Astrobufale | 3 Commenti

A proposito di bufale,
in un mio precedente post scrivevo di una trasmissione televisiva in cui, per l’n-ma volta, si metteva in dubbio l’autenticità dello sbarco umano sulla Luna, adducendo argomentazioni che definire sgangherate sarebbe già un gran complimento.

In quell’occasione mi sono riproposto di scrivere a riguardo un intero e corposo articolo che facesse un pò di chiarezza sulla vicenda.

Tuttavia oggi sono stato contattato da alcuni simpaticissimi e valenti amici di www.forumastronautico.it , che si sono presi la briga di esaminare ogni singola frase scellerata di quella trasmissione, mettendo oltremodo in evidenza la sfilza di castronerie che i cospirazionisti amano tanto.

Mi sento assolutamente onorato di segnalarvi il link di questo stupendo lavoro:

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=6084.0

Vi consiglio di prendervi tutto il tempo necessario a leggerlo per intero, ne vale davvero la pena.

Mi complimento con gli amici di forumastronautico e li ringrazio sinceramente.

Vito Lecci

Siamo mai stati sulla Luna? Ma certo che SI !!!

4 marzo 2008 - 01:37 | In Astrobufale | 31 Commenti

aldrin.jpgE’ davvero incredibile. Non se ne può proprio più di questa storia.

Poche ore fa sono inciampato, per l’n-ma volta, nell’n-ma trasmissione televisiva che ci propina le solite pseudonotiziuole, da 4 soldi, sulla presunta bugia dello sbarco umano sulla Luna.

E’ incredibile la montagna di sciocchezze che ci sono state propinate ancora una volta. La cosa poi è ancora più deprimente se si pensa che la notizia, stracolma di stupidaggini e di strafalcioni pazzeschi, sia stata diffusa da una emittente “blasonata” in una trasmissione che lo è altrettanto.

Si parla di luci, di strane ombre, di stelle, di bandiere, di foto ritoccate… e chi più ne ha più ne metta. Sono state addotte tutte le possibili motivazioni, solo apparentemente logiche, all’unico scopo di screditare l’obiettivo delle missioni Apollo e di gettare il seme del dubbio, ma senza dare spazio ad un contraddittorio che potesse argomentare su ognuna delle precise accuse mosse dai cospirazionisti.

Insomma si è trattato dell’n-ma trasmissione il cui unico obiettivo era quello di “battere cassa” (benedetto share), alla faccia dell’onestà e della nobile missione che vorrebbe attribuirsi.

Vorrei raccontarvi le castronerie che sono state proferite e fornirvi la spiegazione logica per ognuna di esse (una per una). Vorrei parlarvi dell’oscuro personaggio, ex dipendente della NASA, licenziato per inaffidabilità, che con il suo libro “Non siamo mai andati sulla Luna” ha fatto la sua fortuna e oggi conduce una vita da nababbo, con i soldi degli sprovveduti che lo hanno comprato. Ma occorrerebbe troppo tempo e spazio.

Ma vi prometto che lo farò !

Non appena ne avrò il tempo, realizzerò un’intera pagina in cui elencherò, una per una, tutte le farneticanti affermazioni dei cospirazionisti e, accanto ad ognuna di esse, inserirò la spiegazione logica di ogni fenomeno.

Spero di poter contribuire, sebbene in minima parte, al trionfo della RAGIONE.

A presto!

Vito Lecci

Articoli correlati:

LRO fotografa il sito dell’allunaggio dell’Apollo 12” del 11/09/2009

Fotografato anche il sito dell’allunaggio dell’Apollo 11” del 01/10/2009

Pagina successiva »

Sidereus Nuncius è basato su piattaforma WordPress
Copyright © 2008-2013 Vito Lecci
Tutti i contenuti del sito sono protetti dal diritto d'autore
Questo Blog è proprietà di SIDEREUS di Vito Lecci - P.IVA 03472890759